Presentazione
Comitato Direttivo
Comitato Scientifico
Programmazione
Incontri di studio
Pubblicazioni

Informazioni
Dove siamo
Links Utili


La sicurezza sul lavoro Il nuovo d.lgs. 9 aprile 2008 n.81.
Palermo, 12-13 giugno 2009 - Hotel Villa Igea

Si è svolto a Palermo nei giorni 12 e 13 giugno 2009 il convegno su “La sicurezza sul lavoro ; il nuovo d. lgs. 9 aprile 2008 n.81” , in collaborazione con il CIAPI di Palermo , con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo e con il Consiglio dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Palermo che hanno concesso l’accreditamento.

Il convegno ha esaminato le norme contenute nel citato decreto legislativo emanato in attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, che è stato impropriamente definito come il nuovo Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro e che in realtà rappresenta il tentativo di raggruppare tutte le norme sulla materia.

I lavori del convegno sono stati aperti da Raimondo Cerami, Presidente del Centro Siciliano di studi sulla giustizia, cui sono seguiti i messaggi di saluto di Francesco Riggio Presidente del C.I.A.P.I. di Palermo, di Anna Maria Introini in rappresentanza del Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo e di Santo Russo Presidente del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Palermo.

Ha presieduto S.E. Vincenzo Oliveri , Presidente della Corte di Appello di Palermo.

La prima sessione è stata aperta dalla relazione introduttiva di Giampiero Proia , Professore ordinario di diritto del lavoro presso l’Università degli Sudi di Roma 3 , che ha trattato l’argomento della “sicurezza sul lavoro : evoluzione, principi generali e assetto vigente”.

Sono seguiti gli interventi di Lorenzo Fantini, dirigente III Divisione Generale del Ministero del Lavoro, sul tema “modelli di organizzazione e gestione della sicurezza nel nuovo testo unico”, di Alberto Andreani, professore presso l’Università degli Studi di Urbino, sul tema riguardante “ruoli e funzioni”, di Alessio Scarcella, magistrato della Corte di Cassazione addetto all’ufficio del Ruolo e del Massimario, sul tema “delega di funzioni e posizioni di garanzia”, di Marco Masi, ingegnere dell’U.O.C. prevenzione e sicurezza della Regione Toscana, sul tema della “valutazione dei rischi” e di Vincenzo Valentini, professore dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, sul tema della “responsabilità sociale dell’impresa”.


Al termine della prima giornata, gli ospiti e le altre personalità intervenute sono stati ricevuti al Gran Hotel Villa Igiea, dove è stata offerta una cena.


I lavori della seconda giornata sono stati suddivisi in due sessioni .

La prima è stata presieduta da Claudio Dall’Acqua , presidente del Tribunale di Caltanissetta, e ha registrato gli interventi di Susanna Cantoni, responsabile del servizio prevenzione luoghi di lavoro della ASL di Milano, che ha trattato l’argomento dei “modelli di prevenzione delle malattie professionali e degli infortuni sul lavoro”, di Giovanna Maira, sovrintendente medico regionale reggente dell’INAIL-Direzione regionale della Sicilia, che ha trattato l’argomento “analisi critica delle conseguenze dell’ emanazione del d. lgs. N. 81/2008 sull’attività del medico competente”, e di Sergio Beltrani, magistrato di Corte di Cassazione addetto all’ufficio del Ruolo e del Massimario che ha parlato del “nesso di causalità e malattie professionali”.

La seconda sessione è stata presieduta a S.E. Silvio Coco, Presidente di sezione della Corte di Cassazione, e ha visto la partecipazione di Bartolomeo Romano, professore di diritto penale presso l’Università degli Studi di Palermo, che ha trattato l’argomento riguardante “il sistema sanzionatorio nel nuovo Testo Unico” e Paolo Tosi, professore ordinario di diritto del lavoro presso l’Università degli Studi di Torino, che ha parlato del tema relativo a “gli obblighi di sicurezza negli appalti”.

La relazione conclusiva è stata affidata ad Angelo Mangione, professore di diritto penale presso L’Università degli Studi LUMSA di Palermo, che ha riassunto i temi trattati ed indicato alcune possibili soluzioni dei problemi emersi nel dibattito.




 


     

     

     




© 2008 Fondazione Centro Siciliano di Studi sulla Giustizia | Home | Contatti | Dove Siamo